Pezzi Unici alla Raffaellesca.

Visualizzazione di 1-16 di 99 risultati

Il decoro “Alla Raffaellesca” si diffonde nella ceramica di Faenza nella seconda metà dell’Ottocento, quando i ceramisti faentini cominciarono a cercare spunti decorativi nel periodo di maggior splendore della ceramica faentina: il Rinascimento. Ecco quindi ricomparire grottesche, putti, medaglioni, ghirlande e draghi, disposti in armoniose composizioni come ci ha insegnato il maestro Raffaello Sanzio dipingendo le Logge Vaticane.

Laura Silvagni si è specializzata nella raffinata decorazione “alla Raffaellesca”, che richiede una particolare abilità non solo nella composizione dei motivi decorativi, ma soprattutto nella loro esecuzione in punta di pennello. Non si tratta infatti di sola “decorazione” dell’oggetto, ma di vera e propria pittura su ceramica: il colore viene steso strato su strato, con particolare attenzione ai chiaroscuro, fino a ottenere un risultato omogeneo, simile alla pittura a olio.

Nel corso degli anni, Laura si è impegnata a ideare sempre nuove soluzioni rispetto al classicismo, rendendo unico il proprio stile decorativo.

I piatti da parete in stile Raffaellesco sono tutti pezzi unici. Le tese di questi piatti ornamentali sono disegnate dalla nostra bottega per adattarsi alla forma e alla dimensione del piatto. Nel dipingerli, viene sempre scelto un paesaggio o una scena differente. Le fonti d’ispirazione sono i maestri paesaggisti, i pittori francesi del Settecento e dell’Ottocento, e i pittori fiamminghi.